MARIA-CARMEN PERLINGEIRO IMPRENSA

La brasiliana Maria-Carmen Perlingeiro in mostra a Volterra nei Sotterranei della Pinacoteca: alabastri contemporanei nelle trasparenze di senso dal quotidiano Si apre sabato 6 settembre, alle ore 17.00, con cerimonia di vernissage posticipata al 13 settembre, a Volterra nelle stanze itineranti dei Sotterranei della Pinacoteca Civica, la personale di scultura, installazioni e design concettuale nei magnetismi, venature di senso, luci e trasparenze degli alabastri in chiave minimalista e contemporanea dell’artista Brasiliana Maria-Carmen Perlingeiro.

La pietra ambigua e duttile volterrana, memoria delle acque ataviche, amplificata e rielaborata nelle sculture minimaliste e nelle installazioni contaminate di un surrealismo magrittiano, che parla di presenze dall’inconscio manifestate nelle sedimentazioni di memoria di oggetti d’uso quotidiano (bottoni, forbici, valigette) alla luce atemporale e spirituale di un sole magnetico, fra la leggenda sudamericana ed i ritmi spersonalizzanti dell’ambiente metropolitano.

Unghie che sembrano lune, (foto gallery) biancheria intima nelle icone del grande magazzino che parlano incisivamente di una condizione al femminile attraverso un’immagine familiare e apparentemente banalizzata, fino alla magnificente citazione di catene montagnose perforate da cerchi in oro solari e lineari,(nella foto) negli alabastri gestiti in in-stallazione, sul filo conduttore della dialettica tra massa-materia e dinamismo dirompente ed eternamente mistico della luce (foto gallery).

Dal Brasile allo studio stabile in Svizzera, a Losanna, Maria-Carmen Perlingeiro, autrice anche di giardini-intervento in importanti sedi internazionali europee, ha partecipato attivamente al Simposio Internazionale di Scultura in Alabastro, l’evento annuale che riunisce artisti scultori dal mondo a confronto con la trasversalità del supporto volterrano, ed al “Taam”, il museo dinamico itinerante che ne raccoglie e presenta le opere.

Con il patrocinio della Regione Toscana e della Provincia di Pisa , il sostegno e patrocinio del Comune di Volterra, della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, della Cassa di Risparmio di Volterra S.p.A., della “Knauf”, della Camera di Commercio di Pisa, e con l’apporto logistico del Consorzio Turistico di Volterra, la mostra rientra nel programma degli eventi collaterali al Simposio Internazionale di Scultura in Alabastro, organizzato annualmente nella città di Volterra dall’AISA (Associazione Internazionale Scultori per l’Alabastro). Sotto la direzione artistica di Roberto Bianchi, gli allestimenti di Andrea Bianchi (produzione di Pavel Urban, assistenza di Ricardo Caetano, con la collaborazione di Leticia De Almeida e di Alexandre Thursten & Hadien M. per il design) la personale resterà aperta ai visitatori fino al 28 settembre 2008, tutti i giorni negli orari 10-13 e 16-19.